LA NASCITA DI UN SUPEREROE

L’altro giorno ho visto per sbaglio una puntata di Green Arrow e niente, mi è tornata in mente una cosa sui supereroi.
Tipo, perchè alcuni di lori, non tengono bene nascosta la loro identità?
Esempio Superman, basta mettarse el gel e nessuni lo riconosse? E Arrow? Basta un cappuccio? E Wonder Woman?
Adesso vi faccio un esempio.
Immagina che in zona del Basso Piave compare un supereroe, costume maschera e tut.
Ok, a meno che nella vita normale no l’eppie un carattere de merda, l’avarà amici no? Zente che lo conosse da anni, no?
Ok, adesso immagina un tuo amico o amica, se el se vestisse da carneval, ti che te lo conosse ben ben ben, te lo riconossarie, no?
Dae movenze, da’a vose, da cossa che’l dise? Penso de si, a meno che il costume non sia na roba gigante tipo orso o omino Michelin.
Quel che vui dir l’è, come fai gli amici dei supereoi a no riconossarli?
Me immagine a scena:
“Grazie mi hai salvato la vita!”
“E’ stato un piacere, al vostro servizio!”
“Ma… Alberto? Sittu ti?”
“Nnnnnno!
“Come no, Albertooooo, maaa va te si ti el super eroe!”
“No no, no te conosso!”
“Dai sempio, grande Albertooo, dai me datu un strappo che ho a macchina dal carrozzier! LUIII E’ UNN MIOOO AMICOOOO!!!!”
“Ma daiii, ma che coioniii, fatte i cazzi tuiii, te ha sempre da rovinar tut, mai bon de tegner a bocca serada!!!
….

O magari un fraintendimento, sempre sto supereroe onde evitar de essar riconossuo, nol dise nient e l’unico gesto chel fa, l’è mostrar indice e medio alzai, tipo come na V, si, SUPERV, bello ghe sta.
Ma se ha zente, capisse mal?
“CHI SEI TU?”
E lu l’alza i do dei.
“Dò? … SuperDò!”

“Guarda mamma, è SUUUPERRRRDO’OOO!!!!!”

Su Antenna Tre:
“E anche oggi SuperDò ha sventato una rapina di un blindato, catturando i malviven….”
Pensa dopo el supereroe, casa che’l varda i tg regionai, e el se sinte ciamar SuperDò, magari dopo mesi che’l studia a so immagine, cossa far, come far…

🙁
Cussì dopo el va in depression, e nol fa pi niente perchè l’è sempre in ostaria a bevar ombre.
Bon sabo amici, grazie dell’attenzion.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *